• Le antiche tradizioni rivivono nella cucina locale.

    Nulla sarebbe più faticoso che mangiare e bere se Dio oltre che una necessità, non ne avesse fatto un piacere.


    Questo scrisse Voltaire descrivendo alla perfezione l'amore che l'uomo prova a tavola. Il pasto è da sempre stato considerato, soprattutto dagli italiani, come un momento da vivere in armonia, un momento in cui confrontarsi e ritrovarsi. Da sempre trovarsi intorno ad un tavolo è simbolo di famiglia. Nel ristorante Due Passi di Porto Recanati si vogliono riproporre questi ideali. Una sala semplice dove a predominare è il bianco latte e il tema marino.


    L'ambiente semplice ed essenziale ha un duplice scopo. In primo luogo ritrovarsi in un ambiente familiare, intorno ad un tavolo insieme agli amici o alla famiglia. Dare la giusta attenzione alla persona seduta di fronte, con cui dividiamo una bottiglia di buon vino e una risata, con cui condividiamo momenti ed esperienze come una cena al Due Passi a Porto Recanati. In secondo luogo, concentrarsi sul cibo. Sembra scontato, ma sedersi a tavola non significa solo cenare. Significa gustare, assaporare, sentire sul palato un'esplosione di sapori miscelati ad arte, provare emozioni intense e irripetibili. Irripetibili almeno fino a quando si porta di nuovo la forchetta alla bocca e si gusta un altro boccone.

  • Due Passi Porto a Recanati

    Due Passi Porto a Recanati

    La semplicità in riva al mare


    Il ristorante Due Passi a Porto Recanati, sul lungomare di Scarfiotti, è l'ultimo nato della costa, ma non per questo il meno conosciuto. Porto Recanati non è solo una località balneare, le sue origini si perdono nella storia. Porto Recanati è una località di pescatori scelta da numerosi turisti che decidono di trascorrere le loro vacanze in Italia. Un lungomare chiuso al traffico e ben nove chilometri di spiaggia immacolata sono solo alcuni pregi di questa accogliente località. A fare da contorno alla bellissima costa sull'Adriatico è una storia che risale al medioevo. Porto Recanati mostra nei suoi vicoli i segni della civiltà Sveva ma non solo.


    Questo importante popolo creò al tempo degli attacchi dei pirati un possente castello nella piazza di Porto Recanati. Al tempo tutta la vita dei cittadini si svolgeva all'interno delle sue mura. Ma i primi insediamenti umani nella zona sono molto più antichi. È proprio nei pressi di Porto Recanati che i romani fondarono l'antica città di Potentia la colonia fondata nel 184 a C. al tempo dei triunviri Quinti Fabio Labeone, Marco Fulvio Flacco e Quinto Fulvio Nobiliore. A causa del forte terremoto del 56 a. C. la colonia venne abbandonata e poi ricostruita solo in età augustea.

  • Un mare di gusto

    Un mare di gusto

    Il ristorante Due Passi a Porto Recanati nasce nel maggio del 2016, ma la brigata che lavora nella sua cucina ha alle spalle molti anni di esperienza nel settore della ristorazione. Basta solo citare i due chef che collaborano per rendere ogni piatto unico: Angelo Ambrosino e Ideale Carini. Nel ristorante Due Passi, a pochi metri dal mare, potrete gustare i piatti della tradizione marchigiana e mediterranea. Tra i piatti della tradizione, alcuni sono particolarmente gustosi.


    Stocco all'anconetana, un piatto a base di stoccafisso. Il pesce viene tagliato ad arte e appoggiato su un letto di sedano, carota, cipolla e pomodori. Inondato con olio extravergine, acqua e Verdicchio dei Castelli di Jesi. Il contorno di patate contribuisce a mantenere la cottura uniforme.

    Brodetti di Pesce. Questa ricetta subisce lievi modifiche a seconda del paese in cui viene preparato. Basta pensare che solo nelle Marche ne esistono quattro diverse versioni. Ciò che cambia non è tanto il pesce utilizzato ma gli ingredienti di “contorno”. A Porto Recanati il brodetto è bianco, contrariamente alla ricetta di Ancona che invece prevede l'utilizzo della salsa di pomodoro. A Porto Recanati si preferisce utilizzare la zafferanella, ovvero un tipo di zafferano selvatico che cresce nei pressi del Monte Conero. Il pesce è poi insaporito con aceto, pomodori verdi e peperoni.


    Coda di rospo in potacchio. Si utilizza la carne di rana pescatrice condita e aromatizzata seguendo la ricetta detta del potacchio. Si tratta di un tipo di brasatura tipicamente marchigiana che prevede una cottura in salsa di vino bianco, aglio, olio di oliva, rosmarino e pomodoro.


    Il menù ideato dagli chef per il ristorante Due Passi è pensato nei minimi dettagli ed è creato coniugando tradizione e originalità. Un ristorante di pesce ovviamente che presta la massima attenzione alla freschezza delle materie prime. Un menù in continua evoluzione che consente ai clienti di gustare piatti e combinazioni rivoluzionarie come il Carbonarotto, il primo ideato dallo Chef specificatamente per il ristorante Due Passi.


    Piatti gustosi, unici, creativi e originali. Esperienza e passione messe al servizio della clientela per trasformare ogni pasto in un'esperienza senza paragoni.


    A rendere ancora più piacevole la cena, la degustazione di vini locali e non solo come la riserva dei Colli Maceratesi, il Verdicchio dei Castelli di Jesi, l'Esino, la Vernaccia di Serrapetrina, il Verdicchio di Matelica e molti altri ancora.