Due Passi

  • Il mare, la spiaggia e le delizie del mare

    Dopo aver trascorso il pomeriggio in una delle bellissime spiagge della Riviera del Conero, un buon apericena a base di pesce permette di chiudere la giornata in bellezza. L’aperitivo può essere un momento di relax successivo alle diverse gite che possono essere fatte sulla costa. Questa infatti è rinomata in tutto il mondo per la sua bellezza incontaminata. Quasi 180 chilometri di costa, ogni centimetro è curato nei minimi particolari.


    Lungo la costa marchigiana si susseguono località uniche, ciascuna con i propri elementi caratteristici: la riviera delle colline, dal promontorio di Gabicce mare fino a Fano; le spiagge di velluto di Senigallia; la verde riviera picena, la riviera delle palme e infine la riviera del Conero. Proprio quest'ultima è fra le più note della costa marchigiana soprattutto per le sue baie e le sue calette che possono essere raggiunte solo via mare. La riviera del Conero prende il nome dal monte che la domina dall'alto, il Monte Conero, il più importante promontorio dell'Adriatico grazie alle sue alte rupi. È la meta preferita per gli amanti delle scalate, delle immersioni e della natura in generale

  • Le spiagge della riviera del Conero...

    Le spiagge della riviera del Conero...

    Tra le più note:


    Spiaggia di Mezzavalle, a Portonovo. Un lungo tratto di spiaggia bianca difficilmente raggiungibile. Unica via per arrivare in questo pezzo di paradiso è un piccolo sentiero a nord della città di Portonovo oppure, più semplicemente, via mare.


    Spiaggia di Portonovo. Caratterizzata da sassi bianchi e ghiaia, questa spiaggia è fornita di numerose zone attrezzate e ristoranti di pesce vista mare. È una delle mete preferite dai surfisti.


    Spiaggia della vela, a Portonovo. Il nome di questa spiaggia deriva dalla caratteristica forma a velo di uno scoglio che si trova alla fine dell'insenatura. Anche in questo caso la spiaggia è caratterizzata dalla tipica colorazione biancastra.


    Spiaggia delle due sorelle, Sirolo. Il nome “le due sorelle” fa riferimento ai due scogli gemelli che emergono dal mare proprio all'inizio della spiaggia. Si trova a sud del monte Conero e può essere raggiunta solo via mare. Proprio per questo motivo non sono presenti servizi di sorta.


    Spiaggia dei sassi neri, Sirolo. È una spiaggia particolare e definita da molti “selvaggia”. Il tipico nome è ispirato dai sassi scuri che si possono ammirare sui fondali nei pressi della spiaggia.


    Spiaggia di San Michele, divisa da quella dei sassi neri da un piccolo tratto di costa. È completamente immersa nel verde e può essere raggiunta sia in auto che seguendo i sentieri che scendono dal Monte Conero.

  • ... sono tra le più belle della costa

    ... sono tra le più belle della costa

    Spiaggia Urbani. Si tratta di una spiaggia molto caratteristica, a forma di mezzaluna. Vicino la spiaggia si trovano alcune grotte e alte rupi. Sono presenti numerosi stabilimenti balneari.


    Spiaggia di Numana Alta conosciuta anche come “la Spiaggiola”. Una classica spiaggia adibita alla balneazione, circondata tra tre scogliere e caratterizzata da una spiaggia fine e curata.


    Spiaggia di Numana Bassa. La spiaggia dorata di Numana Bassa è tra le preferite dei turisti.


    Spiaggia della trave. Una baia immersa nel Parco del Conero e tra le più suggestive della costa. Il trave, dal quale la spiaggia prende il nome, è una lingua di roccia che si allunga nel mare fino a scomparire. Il trave non è altro che un prolungamento del monte Conero che si allunga nel mare Adriatico per quasi un chilometro.


    Spiaggia della vedova, raggiungibile solo a piedi percorrendo un sentiero di un paio di chilometri. È una spiaggia completamente libera e senza alcun servizio, ma dal quale si gode un panorama unico.


    Spiaggia dei Gabbiani. Una piccola lingua di terra, in insenatura naturale raggiungibile solo via mare caratterizzata da sassi bianchi e ciottoli. Un paradiso incontaminato.


    Particolare degno di nota sono le spiagge per cani del Conero. Sono due e si trovano nel lungomare nord di Porto Recanati. La prima in corrispondenza della foce del fiume Musone, la seconda all'altezza del fiume Potenza.